Passa al contenuto principale
Pila di carte finanziarie

Chip EMV e EMV

EMV è l'acronimo delle società fondatrici che hanno unito le forze per creare una specifica comune: Europay (ora parte di Visa), MasterCard® e Visa®. Queste società hanno costituito EMVCo al fine di amministrare gli standard internazionali e sostenere l'interoperabilità globale delle carte di pagamento basate su chip. Ciò include, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, la valutazione di carte e terminali, la valutazione della sicurezza e la gestione dei problemi di interoperabilità.

Un chip EMV è quel microchip piccolo e quadrato che appare sulle carte di pagamento per proteggerle dalle frodi.

Qual è l'importanza dell'EMV?

Le specifiche EMV forniscono una base comune per l'adozione di tecnologie che hanno dimostrato di aumentare la sicurezza e combattere le frodi. Banche, commercianti, fornitori e reti di pagamento nazionali e regionali negli Stati Uniti e in tutto il mondo utilizzano le specifiche EMV per sviluppare prodotti per pagamenti con carta in negozio, online e a distanza sicuri e senza disagi.

Come funziona l'EMV?

Una transazione EMV prevede tre fasi che aiutano a proteggere diversi aspetti di tale transazione: autenticazione della carta, verifica del titolare della carta e autorizzazione alla transazione. Le elaborazioni dei pagamenti EMV possono avvenire online (le elaborazioni vengono eseguite da computer situati in altre aree della rete dei pagamenti) e/o offline (le elaborazioni vengono eseguite tra il terminale di pagamento (POS) e il chip della carta).

In generale, il processo è il seguente:

  1. Sulla base delle qualifiche dell'emittente, la valutazione del rischio viene eseguita sia dal terminale POS che dal chip sulla carta e viene generato un ARQC dinamico (crittogramma per la richiesta di autorizzazione)
  2. L'ARQC viene inviato tramite l'acquirente al marchio di pagamento
  3. Il marchio di pagamento invia quindi l'ARQC all'emittente
  4. L'emittente dà l’autorizzazione a convalidare la richiesta e risponde con un ARPC (Authorization Response Cryptogram), che attraverso gli stessi canali torna al dispositivo POS
  5. Se la richiesta del chip viene convalidata, il terminale POS richiederà la verifica al titolare della carta sotto forma di firma o di inserimento di un PIN, o in alcuni casi non richiederà alcuna verifica

Il contactless è l'unica modalità dell'EMV?

No. Oggi esistono specifiche EMV basate su chip di contatto, chip contactless, applicazioni comuni di pagamento (CPA), personalizzazione della carta e tokenizzazione. Queste specifiche e requisiti sono stati sviluppati per aumentare la sicurezza e l'efficienza dei pagamenti e per garantire l'interoperabilità globale negli ecosistemi di pagamento.

Che cosa offre Entrust per l'implementazione dell’EMV?

Entrust fornisce linee guida chiare ed esperienza per semplificare le complessità dell'EMV e ottimizzare il processo di emissione istantanea dell'EMV. Di seguito è riportata una panoramica di ciascuna fase del progetto di Entrust e dei relativi risultati. Per maggiori dettagli consulta il piano di progetto dettagliato fornito da un rappresentante Entrust. L'avanzamento del progetto e la tempistica di implementazione dipendono notevolmente dal completamento tempestivo dei prodotti finali.

Quali soluzioni Entrust supportano l'EMV?

Entrust supporta una vasta gamma di soluzioni finanziarie, comprese le stampanti di carte EMV. Per saperne di più su come Entrust può aiutare te e i tuoi clienti, iscriviti al nostro prossimo appuntamento lunch & learn (impara a pranzo).